:: Ultimi 20 post Cerca: ::  Archivio:
[ Scrivi ] RSS Feed 1.0 (Help)
26-05-2007
CRESCITA FUNGINA E RADIAZIONI
Development of the fungi radioactivity


I ricercatori dellAlbert Einstein College of Medicine AEC (USA) Yeshiva University diretto da Arturo Casadevall hanno dimostrato la capacità di alcuni funghi di usare la radioattività come fonte di energia per il loro sviluppo ,la ricerca è stata pubblicata nel Public Library of Science ONE.

La ricerca è nata a seguito del prelievo mediante un robot di strani micromiceti di colore scuro che crescevano sulle pareti del reattore distrutto di Chernobyl e che alle analisi i funghi risultavano ricchi di una sostanza la "Melanina" .

Dall'incidente della centrale nucleare di Chernobyl avvenuta nel 1986 i numeri di funghi neri, ricchi di melanina, sono aumentato rapidamente.
Lipotesi di questo fenomeno e che i funghi potrebbero alimentarsi sulla radiazione che contamina la rovina del reattore nucleare.

I ricercatori hanno cominciato a effettuare prove in laboratorio usando vari funghi e in particolare la scelta è ricaduta su due tipi:
Crytococcus neoformans indotto a produrre melanina, ed un altro Wangiella dermatitidis che la contiene naturalmente, sono stati esposti a livelli di radiazioni 500 volte superiori agli standard minimi di radioattività.

E' risultato che sia gli esemplari di Wangiella dermatitidis, che producono naturalmente melanina, sia quelli di Crytococcus neoformans, che può essere artificialmente indotto a produrla, in condizioni sperimentali (radiazioni) crescevano più rigogliosamente e velocemente delle controparti lasciate in condizioni normali.

La ricercatrice, Ekaterina Dadachova ha affermato che la melanina usa una parte della radiazione, quella ionizzante e la trasforma in una sostanza biologica utile per i funghi che la contengono, in un processo analogo a quello della fotosintesi.

Misurazioni fisico-chimiche condotte sulla melanina hanno mostrato che tale sostanza è in grado di catturare le radiazioni, e di convertirle in un differente tipo di energia, che può essere sfruttata ai fini della catena alimentare.






Fonti consultate:


Albert Einstein College of Medicine AEC (USA)


Articolo in inglese Hungry fungi chomp on radiation Common pigment may allow bizarre feeding habits. Heidi Ledford dal sito web NEW@NATURE.COM



by Dott. Giovanni Rossi | commenti (0) | rispondi | modifica | trackback
 
Torna alla visualizzazione di tutti i post

Siti Web personalizzati di Euweb.it